Massaggi per rassodare il seno

Massaggi per rassodare il seno

Il decolleté è una delle parti del corpo che più soffre l’avanzare degli anni. Infatti, è particolarmente soggetto a perdere elasticità col tempo, senza contare altri fastidiosi inestetismi come le smagliature.

Mantenere il proprio seno in forma e, soprattutto, evitare che la forza di gravità faccia il suo corso spingendolo sempre di più verso il basso, non è sempre facile.

Bisogna essere a conoscenza degli esercizi giusti da svolgere e di alcuni trucchi che possono aiutare a prevenire o porre rimedio a questa situazione.

I massaggi per rassodare il seno sono tra i metodi più efficaci e semplici da attuare. Vediamo, quindi, come praticarne alcuni.

Ovviamente non bisogna sottovalutare l’attività fisica da associare ai tali massaggi. Il nuoto, come ormai risaputo, è uno sport completo per tenere allenato e tonificato il nostro corpo.

Nuoto e seno: tutto quello che c’è da sapere

Come ottenere un decolleté invidiabile in poche mosse

Il motivo di un rilassamento del seno può dipendere da molti fattori, che, a volte, sono ricollegabili esclusivamente alla natura e non dipendono da noi e altre sono un’evidente conseguenza di uno scorretto stile di vita.

Quindi, anche se i massaggi per rassodare il seno hanno una certa utilità, per evitare che il problema si ripresenti l’unica soluzione è quella di correggere dei comportamenti sbagliati: sbalzi di peso, sedentarietà, fumo e alcool sono i maggiori responsabili.

Ritornando, invece, ai massaggi per rassodare il seno, si può procedere applicando una crema rassodante o, in alternativa, del burro di Karité sempre accompagnato da un olio essenziale con proprietà rassodanti.

È importante utilizzare una crema che idrati la cute, magari dopo una bella doccia rinfrescante, essendo una zona tendente alla disidratazione. Dopodiché, si può procedere con i diversi tipi di massaggio.

Il primo consiste nell’appoggiare una mano sulla parte alta del seno e l’altra su quella inferiore, praticando una leggera pressione che spinge la mano più alta a comprimere verso l’interno e l’altra verso la parte esterna.

Nel secondo massaggio bisogna, invece, utilizzare i palmi delle mani e praticare una leggera pressione, massaggiando la zona con dei movimenti circolari dall’alto verso il basso.

Un ottimo trucco per “rialzare” il nostro decolleté e renderlo più sodo in poco tempo è quello di unire al massaggio un po’ di freddo.

Si sa che è utilissimo per riattivare la circolazione sanguigna, quindi perché non servirsi di un paio di cubetti di ghiaccio, eseguendo dei movimenti circolari, sempre dall’alto verso il basso?

L’unico consiglio è quello di limitarsi a un minuto, per non ottenere effetti sgradevoli.

I massaggi per rassodare il seno che vi abbiamo elencato hanno lo scopo di riattivare la circolazione sanguigna tramite movimenti studiati, oltre ad aumentare l’ossigenazione della pelle e renderla più elastica. Questi sono utili soprattutto come prevenzione, ma se il vostro decolleté ha già iniziato a puntare verso il basso, non è una cattiva idea quella di optare per dei massaggi più completi e professionali effettuati da un’estetista, come quello drenante.

Non dimentichiamo, inoltre, che anche se i massaggi per rassodare il seno sono molto utili per la circolazione, da soli daranno dei risultati meno soddisfacenti.

Per ottenere un esito più completo si può abbinare i massaggi a degli esercizi mirati a coinvolgere i muscoli pettorali. Questa rappresenta la giusta combinazione per dei risultati eccellenti e in grado di farvi sentire di nuovo donne!