Come allargare le spalle con il nuoto

Come allargare le spalle con il nuoto

Quando si vedono i nuotatori, con muscoli scolpiti e spalle larghe, viene spontaneo domandarsi se si possa ottenere lo stesso risultato semplicemente nuotando. In particolare, sono in molti a chiedersi se sia possibile allargare le spalle con il nuoto per raggiungere la stessa fisicità di alcuni atleti. Certo, nuotare può essere d’aiuto, ma da solo può non bastare e, soprattutto, servono anni di allenamento per ottenere simili risultati.

Meglio nuoto o palestra?

Riuscire a ottenere delle spalle grosse con il nuoto può essere il sogno di molti ragazzi, ma è ovvio che se ci si iscrive a degli allenamenti esclusivamente con questo scopo, e senza praticarli con passione, non si raggiungerà mai nessun risultato. Infatti, per ottenere delle spalle larghe con il nuoto, servono anni di pratica e non basta l’allenamento di un mese. Per questo motivo, quando si decide di iscriversi a un corso in piscina, bisogna essere sicuri che sia lo sport che fa per noi, per evitare di sprecare tempo e denaro.

In realtà, il nuoto regala moltissimi benefici e, sicuramente, stare a contatto con l’acqua ci fa sentire meno la pesantezza degli allenamenti, cosa che non avviene invece con dei semplici esercizi in palestra. Ma, a questo proposito, allargare le spalle con il nuoto da solo può non sempre far ottenere i risultati sperati, perché questo tipo di sport deve essere affiancato a degli esercizi in palestra. Certo, tutto dipende anche dalla corporatura di una persona, che può essere più o meno predisposta a ottenere in fretta delle spalle larghe con il nuoto. Ma, in linea generale, alternare degli esercizi in acqua ad altri in palestra risulta l’approccio migliore nel vostro intento.

Bisogna anche essere consapevoli del fatto che iscriversi in piscina a 8 anni è diverso che farlo in maggiore età. Infatti, allargare le spalle a 30 anni, e quindi dopo che il nostro corpo si è già formato in fase adolescenziale, sarà più difficile ed è, quindi, meglio rivolgersi a questa disciplina quando si è ancora piccoli e il nostro corpo è più predisposto ai cambiamenti.

Esercizi per allargare le spalle con il nuoto

Se, nonostante tutto, si è ancora intenti a voler affrontare questo lungo, e sicuramente non facile, percorso, esistono alcuni stili che si apprestano particolarmente ad allargare le spalle con il nuoto.

Il primo fra tutti è quello a delfino, che consiste nel muovere le gambe unite e far roteare le braccia, a pancia in giù, permettendo alla testa di uscire dall’acqua. Questo stile, a livello amatoriale, si distingue da quello a farfalla per il movimento delle gambe. Anche lo stile a rana risulta particolarmente indicato per ottenere delle spalle larghe con il nuoto e, in questo caso, basterà imitare i movimenti dell’animale allargando braccia e gambe all’unisono e poi richiuderle.