Come scegliere un elastico per il nuoto trattenuto? Questa metodologia di allenamento è considerata una tra le più efficaci per quanto concerne tale disciplina sportiva. Ovviamente, per svolgere l’esercizio nel modo più corretto possibile, è necessario utilizzare l’attrezzo giusto.

Noto anche come nuoto frenato, l’allenamento in questione si basa sul principio del creare una forma di attrito durante la nuotata. La preparazione atletica, oggetto dell’articolo, se portata avanti con criterio, può produrre vantaggi davvero incredibili sotto il punto di resistenza e velocità.

Se per un nuotatore amatoriale questa soluzione può essere un buon modo per incrementare le proprie abilità, per un professionista o semi-professionista il nuoto trattenuto diventa la parte integrante e indispensabile della propria preparazione.

Sicuramente l’idea è venuta a qualche allenatore che ha attinto da altri sport. Ciò per stimolare il proprio atleta a imprimere, nell’esercizio che eseguiva regolarmente, una maggiore difficoltà atta a raggiungere lo stesso traguardo, chiaramente come tempistica, ma con una zavorra.

Come funziona l’elastico per il nuoto trattenuto

L’attrito, parte fondamentale per l’allenamento che stiamo analizzando, può essere ottenuto attraverso diversi strumenti appositi.

Sotto questo punto di vista esistono svariate scelte, come paracaduti, cinture con bicchierini, costumi con rete (o con bicchierini) e ovviamente gli elastici, protagonisti di questo articolo.

Soffermiamoci dunque sull’elastico, proprio per capire come funziona. Si tratta di un oggetto che va agganciato al blocco di partenza a una sua estremità e al nuotatore dall’altra. In fase di nuotata dunque, il laccio di gomma blocca il soggetto, creando una sorta di corrente contraria (come se nuotasse controcorrente) . Il nuotatore pertanto effettua lo sforzo fisico sul posto, combattendo contro una resistenza ideale per il nuoto trattenuto.

L’oggetto, in sé, è costituito proprio da una struttura di tessuto elastico che si tende. Al suo interno, soprattutto quando si parla degli elastici più lunghi, è spesso presente un cordino che aumenta la resistenza del prodotto.

Per sua natura infatti, un attrezzo di questo tipo può tendere a rompersi con una certa facilità, visto lo stress abbastanza intenso a cui è costantemente sottoposto.

Perché scegliere l’elastico e non altri prodotti?

Proprio il metodo di funzionamento dell’elastico per il nuoto trattenuto è in grado di dare risposta a tale quesito.

Oltre a offrire una forma di attrito, esso attira il nuotatore verso il blocco, creando dunque un effetto ancora più efficace rispetto a paracaduti o cinture/costumi dotati di bicchierini. Ma c’è di più. Al vantaggio che crea questa trazione contraria al senso di marcia, l’allenatore è in grado di monitorare da molto vicino il suo allievo. Pronto a suggerire e a correggere eventuali errori nei movimenti.

Come scegliere un elastico per il nuoto trattenuto?

Ovviamente, non tutti gli elastici in commercio sono uguali tra loro. Prima di effettuare un acquisto vanno ponderate alcune considerazioni, soprattutto in virtù del livello di allenamento a cui ci si vuole sottoporre.

Sotto questo punto di vista, il grado di resistenza, dettato dai materiali di costruzione e dalla realizzazione stessa, hanno un peso specifico preponderante. Per i nuotatori amatoriali infatti, può essere utile affidarsi ad elastici che offrono minor attrito, mentre per i professionisti è necessario optare per strumenti che offrono maggior tensione.

Proprio nel secondo caso infatti, l’elastico viene utilizzato anche per allenamenti specifici, come quelli che riguardano le spinte e la fase della virata. Ovviamente, un professionista dovrebbe fare molta più attenzione in fase di scelta del prodotto, proprio in virtù di necessità così particolari nella cura dei movimenti.Questa disciplina sportiva si basa su misurazioni di tempo infinitesimale e ogni dettaglio è rilevante .

Andiamo dunque ad approfondire la tematica ulteriormente, analizzando quali sono i 5 modelli di elastico per il nuoto trattenuto più interessanti tra i tanti attualmente disponibili sul mercato.

Migliori Elastici per nuoto trattenuto

Elastico BodyCROSS

Elastico nuoto Body CROSS
Elastico nuoto Body CROSS

Uno dei prodotti più noti del settore è l’elastico BodyCROSS, definito dai suoi produttori come un “sistema di controcorrente mobile”.

L’elastico per nuoto trattenuto in questione, si presenta ideale per qualunque tipo di piscina nonché particolarmente efficace per sviluppare velocità, resistenza e capacità di galleggiamento. Attraverso gli appositi regolatori è possibile gestire la tensione, impostandola in un range che va da 9 a 20 chili. Allo stesso modo, la lunghezza dell’elastico è gestibile tra i 2,5 e i 7,5 metri, rendendola dunque fruibile anche nelle piscine più piccole.

La cintura in dotazione va fissata nell’area addominale ed è dotata di cuscinetti morbidi, facili da rimuovere e da lavare. L’ancoraggio è adattabile a qualunque tipo di contesto e piscina, nonché estremamente facile da fissare.

L’elastico BodyCross si rivela apprezzabile anche per quanto riguarda i materiali con cui è realizzato. Si parla di prodotti resistenti a sbalzi termici, sale e cloro. I ganci per i moschettoni risultano particolarmente resistenti, così come duraturi appaiono cinghie e cuciture. La garanzia di ben 3 anni proposta dai produttori, in questo senso, parla piuttosto chiaro.

Cintura con elastico RUNACC

RUNACC Cintura Nuoto
RUNACC Cintura Nuoto

La cintura con elastico proposta da RUNACC è un altro strumento ideale per il nuoto trattenuto. Rispetto al precedente modello, si tratta di un prodotto più economico ma in grado di offrire comunque un buon livello di qualità.

L’elastico è protetto da un tubo di lattice caratterizzato da ottimi requisiti strutturali. La protezione infatti, è capace di resistere ad eventuali abrasioni e usura. La cintura risulta regolabile ed è quindi adatta sia alle persone più magre che a quelle più massicce. Sotto questo punto di vista è possibile personalizzare a piacimento il prodotto di RUNACC.

Poco ingombrante e facile da trasportare per allenamenti o in vacanza, l’elastico è semplice da asciugare e da pulire dopo l’uso.

In conclusione, un prodotto che seppur focalizzato sull’utilizzo amatoriale e alla portata di tutti grazie alla sobrietà del suo prezzo, risulta alquanto convincente.

Cintura ed elastico da allenamento BONTIME

 BONTIME Cintura da Allenamento per la Resistenza alla Nuotata

BONTIME Cintura da Allenamento per la Resistenza alla Nuotata

Un altro prodotto economico ma comunque più che fruibile è la cintura con elastico proposta da BONTIME.

Si tratta di un modello realizzato in lattice di alta qualità, con una lunghezza complessiva di 4 metri e con 6 millimetri di diametro esterno. La cintura si presenta con spessore pari a 4 millimetri e la possibilità di regolarla, per quanto concerne il diametro, tra i 55 e i 105 centimetri.

Il prodotto proposto da BONTIME aiuta a migliorare l’allenamento soprattutto per quanto riguarda stile libero, dorso, farfalla oltre a proporre alcune soluzioni utili anche per altre discipline sportive.

Corda elastica Haloku

Corda elastica Haloku
Corda elastica Haloku

La corda elastica Haloku entra di diritto in questa lista. Si tratta di un cavo plastico appositamente progettato per trattenere fermo il nuotatore durante la propria attività, mantenendo comunque sempre attenzione nell’ambito del comfort.

L’elastico si presenta come lungo 4 metri e con una cintura di 1,2 metri. La stessa, è regolabile a seconda del fisico dell’utente. Una volta che l’estremità viene fissata a bordo vasca, è possibile sfruttare l’azione della fune per favorire l’allenamento dell’atletica in maniera efficace.

Elastico per nuoto 3T6B

Elastico per nuoto 3T6B
Elastico per nuoto 3T6B

L’elastico per nuoto 3T6B è caratterizzato dall’uso di materiali estremamente resistenti, come il tubo di lattice in alta qualità che, abbinato al nylon, è in grado di offrire un’elasticità impressionante.

La cinghia da nuoto è regolabile e può essere legata in vita, in modo che sia aderente al corpo, comoda da indossare e da togliere. L’altra estremità della fascia è collegata a un punto fisso sul bordo della piscina, garantendo la massima efficienza allo strumento.

Caratteristica che rende il prodotto 3T6B diversa dagli altri elastici per il nuoto trattenuto è la custodia in rete. Essa permette di portare questo oggetto sempre con sé, senza particolari problemi di ingombro. L’elastico appare particolarmente morbido al tatto ed è estremamente facile da pulire e asciugare.

In conclusione

Sono attrezzi che raramente si vedono in uso nelle piscine pubbliche, frequentate da persone occasionali. Però possiamo considerare siano indispensabili nel corredo per chi vuole praticare questo bellissimo e completo sport. Chi considera il nuoto una disciplina, anche senza essere a livello agonistico, deve curare i movimenti tanto quanto la prestanza muscolare. Questo prodotto consente di essere visionati dall’istruttore in modo minuzioso e completo.