Scegliere la cuffia per la piscina: cosa considerare?

Le cuffie per il nuoto permettono di nuotare in maniera più idrodinamica e sono un ottimo modo per tenere i capelli lunghi lontani del tuo volto mentre si nuota. La scelta di una cuffia è abbastanza semplice e di solito è influenzata dal tipo di nuoto che si fa, ma ci sono alcune considerazioni da tenere a mente.

Nuoto vs esercizi in acqua: e le cuffie?

Nuotare significa stare a testa in acqua per la maggior parte del tempo, mentre l’esercizio può essere qualsiasi cosa dall’aqua jogging fino alla terapia e all’acqua gym. Solitamente i ginnasti usano le cuffie principalmente per tenere i capelli lontani dal volto. Gli atleti che fanno aerobica in acqua, aqua jogging o altre forme di esercizio possono tranquillamente indossare una cuffia in lycra. Si tratta infatti di un materiale morbido che aiuterà a mantenere i capelli lontano dagli occhi senza stringere. Per chi invece fa nuoto, la cuffia aiuta a muoversi attraverso l’acqua in modo più efficiente ed è meglio optare per quegli accessori che hanno delle qualità maggiormente idrodinamiche, come le cuffie in lattice o in silicone.

Allenamento vs gara vs nuoto in acqua aperta, quale cuffia?

Le cuffie ideali per chi fa allenamento sono realizzate in lattice o in silicone. Sono semplici, poco costose e molto simili da marca a marca, comunemente utilizzate. Le cuffie più moderne sono realizzate in silicone stampato, che fornisce una superficie liscia e riduce la resistenza durante le gare. Sono un po’ più costose di quelle tradizionali. Infine, chi fa nuoto in acqua aperta può optare sia per le cuffie in silicone che per quelle in neoprene, che forniscono un po’ più isolamento rispetto alle cuffie in lattice (anche se le protezioni in lattice sono ugualmente accettabili e ampiamente utilizzate nel nuoto in acque libere).

Chi nuota in acque libere dovrebbe anche prendere in considerazione l’acquisto di una cuffia di un colore vistoso (magari un giallo o un arancione forti) per rendere più facile essere individuati in acqua.

Molti capelli vs senza capelli: che cuffia scegliere?

Se avete i capelli lunghi, una cuffia in silicone si adatta meglio. Esse sono migliori rispetto a quelle in lattice e sono più resistenti agli strappi. In genere più morbide al tatto, una cuffia in silicone è più delicata sui capelli e più facile da mettere e togliere prima e dopo un allenamento. Chi ha i capelli lunghi avrà anche bisogno di una perfetta aderenza per mantenere i capelli in ordine. Le cuffie in silicone sono in grado di fornire una misura sagomata per la dimensione della testa, mantenendo tutto a posto.

Se invece avete i capelli corti o non ne avete proprio, una cuffia in lattice fornirà una migliore vestibilità. Realizzata in lattice di gomma, questa cuffia si allunga più facilmente in modo che possa essere indossata da chiunque. Le cuffie di dimensioni regolari sono adatte alla maggior parte dei nuotatori.

La cosa importante è scegliere la cuffia che più si preferisce, non ci sono regole precise da dover necessariamente seguire. Meglio scegliere una cuffia che soddisfi le proprie esigenze, sia che si tratta di comfort, isolamento o semplicemente di colore. E poiché le cuffie sono abbastanza economiche, è una buona idea acquistarne più di una. In questo modo si è sicuri di averne una a portata di mano nel caso in cui si strappi (cosa che potrebbe capitare).

Molte aziende producono cuffie a tema per le vacanze, cuffie con stampati dei modi di dire o con delle stampe grafiche appositamente fatte. È inoltre possibile acquistare delle cuffie personalizzati con stampe di nomi, soprannomi o disegni. Una cuffia unica vi caratterizza ed è simpatica sia per l’allenamento che per una gara.