manutenzione piscine interrate

Manutenzione Piscine Interrate: guida per farla in maniera perfetta

Decidere di avere una piscina interrata non è una scelta da fare a cuor leggero se non disponete di tempo e voglia di curarla.

Effettivamente, la manutenzione di una piscina interrata è un po’ più complessa rispetto a quella richiesta da una piscina non interrata.

Ovviamente avrete a vostro vantaggio un arredo che aggiunge valore alla vostra abitazione, potendo scegliere la forma e le misure che più preferite, affidando il progetto a un professionista, e con la sicurezza che se il lavoro è stato ben eseguito durerà per molti, molti anni.

Tuttavia resta il problema della manutenzione che, a onor del vero, non è più così onerosa come una volta, grazie alle nuove tecnologie.

Quanti tipi di manutenzione ci sono

Per prima cosa è bene sapere che vi sono diversi tipi di manutenzione che andranno calendarizzati in modo diverso.

Ci sono delle manutenzioni quotidiane, settimanali, stagionali e straordinarie.

Tutte vanno eseguite con la medesima solerzia perché saltarne anche una può significare rovinare la piscina o comprometterne la purezza dell’acqua. E allora meglio mettersi l’anima in pace e dotarsi di eventuali robot, attrezzi e detergenti chimici atti a facilitare il compito o al limite chiamare un professionista del settore che possa fare il lavoro al posto vostro.

Vediamo però quali sono le principali cure che dovrete dedicare alla vostra piscina interrata.

Pulizia della superficie dell’acqua

La Pulizia della superficie dell'acqua è necessaria per una corretta manutenzione della piscina

La Pulizia della superficie dell’acqua è necessaria per una corretta manutenzione della piscina

La pulizia della superficie dell’acqua, a meno che non siamo nella stagione invernale e quindi la piscina sia coperta, andrebbe effettuata tutti i giorni in modo che così lo sporco non si accumuli.

Lo skimming (pulizia della superficie) consiste nella rimozione di tutti i corpi estranei che possono essere foglie, piccoli insetti, ramoscelli. Si può tranquillamente effettuare manualmente con un’asta telescopica con retino, va bene sia piatto che a sacco, in alternativa si trovano in commercio dei retini radiocomandati che puliranno abbastanza bene lo specchio d’acqua della vostra piscina.

La spazzolatura: meglio una volta alla settimana

Spazzolatura delle piscine interrate per la corretta manutenzione

Spazzolatura delle piscine interrate per la corretta manutenzione

La spazzolatura è una delle operazioni di manutenzione meno piacevole. Ovviamente la si può effettuare in modo meccanico con un robot, ma delle volte il risultato non è sempre perfetto.

Vanno spazzolati con cura non solo il fondo, ma anche le pareti, in particolar modo la linea d’acqua che tende a incrostarsi molto facilmente. Potete farlo anche manualmente, ma sia chiaro subito che non è un gioco da ragazzi, tuttavia, più frequentemente la farete meno avrete da faticare, l’ideale sarebbe due volte alla settimana e comunque almeno una volta alla settimana.

Pulitore automatico per l’aspirazione

Anche l’aspirazione è una fase cruciale e anche questa può essere eseguita tanto manualmente che da un robot. Chiaramente l’aspirazione meccanica è meno faticosa e consente di risparmiare più tempo, l’aspirazione manuale invece richiede tempo, pazienza e una certa precisione e pratica. Magari si possono alternare i due metodi.

Altre accortezze

Ovviamente non ci si deve dimenticare di pulire con cura anche il filtro e far si che l’acqua rimanga sempre pulita, anche utilizzando degli agenti chimici. L’efficienza della vostra piscina, nonché la sua salute, dipendono strettamente dalla regolarità delle operazioni di manutenzione e da come vengono eseguite.

Se si desidera una piscina interrata bisogna essere ben consapevoli di tutte queste condizioni.